SANDRONE

Barolo Docg "Cannubi Boschis" Magnum 2012 - Sandrone

€290
  • abbinamenti Richiede in abbinamento piatti a base di carne rossa, cacciagione o selvaggina. Da provare con la coda di bue alla Cavour.
  • alcol 14,5%
  • annata 2012
  • denominazione Barolo DOCG
  • filosofia tradizionale
  • formato 1,5 l
  • giudizio 3k 9/10
  • regione Piemonte (Italia)
  • temperatura di servizio 16-18°
  • vitigni Nebbiolo 100%

 

NOTE DI DEGUSTAZIONE:

Nel calice, prevale il colore granato intenso, reso più elegante da delicati riflessi arancione. Al naso, il profumo regala sentori decisi e complessi: prima di tutto le note floreali come la rosa essiccata e le erbe aromatiche; poi quelle fruttate come la confettura di fragole e i frutti secchi come le mandorle. Dopo le spezie dolci, la vaniglia, la liquirizia e la noce moscata, giungono i morbidi sentori eterei. In bocca, il vino si fa caldo e avvolgente, proiettato verso la migliore armonia. Regna ancora una sottile contrapposizione tra alcol e acidità. Alla fine, il retrogusto regala nuove emozioni con i sentori armonici ed evoluti della vaniglia e ­della liquirizia. Nel complesso è un vino a suo modo ancora giovane, ­strutturato e decisamente longevo.

PERCHÉ CI PIACE:

Dal cuore del paese di Barolo la lunga collina del Cannubi si protende in direzione nord, delimitando sostanzialmente due versanti, uno che guarda a ovest e l'altro che si rivolge a est. In una parte di questa collina, tradizionalmente denominata Cannubi Boschis nasce questo Barolo, che sintetizza i caratteri regali del Nebbiolo, di una terra marnosa e moderatamente compatta e di un clima che ogni anno sorprende per la sua originalità.

Luciano Sandrone è un nome di eccellenza nel mondo del Barolo, oltre che sinonimo di qualità riconosciuta a livello internazionale. Insieme alla figlia Barbara ed al fratello Luca, enologo della cantina affiancato dallo stesso Luciano, continua a produrre vini dallo stile inconfondibile, inaugurato dalla mitica vendemmia del 1978 che lo portò alle luci della ribalta nel Vinitaly del 1981.

L’affascinante cantina si trova ai piedi del Barolo ed è dotata di pannelli fotovoltaici, un piccolo gesto che può far capire quanto la famiglia Sandrone sia attenta all’ambiente e alla preservazione del territorio. Nei vigneti delle Langhe di Luciano Sandrone, allevati con sistema Guyot, non diserbati e dominati ovviamente da uve Nebbiolo, le rese si attengono sempre a livelli molto bassi, mentre la coltivazione segue i dettami biologici, ma senza certificazioni ufficiali. Tra i suoi 27 ettari troviamo cru storici, come il Cannubi Boschis, solo due ettari di vigneto di 35 anni posizionato su terreni calcarei e argillosi, o il Vignane, dove vengono alla luce tra i Barolo più famosi e desiderati di Luciano.

La particolarità di tutta la gamma di Sandrone è la marcata territorialità dei suoi vini, prodotti con l’utilizzo di soli lieviti indigeni, affinati in maggioranza in tonneau di rovere francese e con macerazioni che si attestano sulle due settimane. La costanza nella qualità di ogni bottiglia è lodevole e non solo in quelle di Barolo: interessanti infatti anche il Barbera ed il Dolcetto d’Alba. Lo stile Sandrone è unico, innovativo, raffinato e dalla fattura fruttata: impossibile non fare tappa nel suo gusto.

Gli ordini vengono consegnati entro 1-3 giorni lavorativi dalla conferma dell'ordine e dal lunedì al venerdì dalle 8:00 - 20:00. I costi di spedizione sono di 9.50€ e GRATIS per ordini sopra i 129€.

Ti potrebbe anche interessare

Visti di recente