BRUNO PAILLARD

Champagne Brut N.P.U. "Nec Plus Ultra" 1995 (Deg. giugno 2005) - Bruno Paillard

€299,90 €370
  • abbinamenti Aragosta, foie gras, tartufo e specialità gastronomiche vegetariane.
  • alcol 12%
  • annata 1995
  • denominazione Champagne AOC
  • filosofia tradizionale
  • formato O,75 l
  • giudizio 3k 10/10
  • regione Champagne (Francia)
  • temperatura di servizio 8-9°
  • vitigni 50% Chardonnay - 50% Pinot Noir

 

NOTE DI DEGUSTAZIONE:

Alla degustazione si presenta con un colore dorato e denso, che mette in risalto la finezza delle bollicine. La complessità aromatica è giocata su più tempi, su aromi che evocano la caramella, il lampone, ai quali succedono la freschezza del pepe verde, della liquirizia e della menta. Gli aromi evolvono progressivamente verso note di pasta di mandorle, frutti neri, prugna gialla. Al palato, l’attacco riempie la bocca di una texture deliziosa e vellutata, che rivela la maturità del frutto sulle note di agrumi, di frutti canditi e di pain d'épices. La freschezza e l’acidità del vino procurano questa sensazione di equilibrio e di armonia perfetta tra lo scoppio del frutto e la maturità di uno champagne completo.

PERCHÉ CI PIACE:

 Si tratta vecchi millesimi che vanno oltre i tempi stabiliti dal disciplinare, con un dosaggio minimo, anzi al limite del minimo, ottenuti dall'assemblaggio di botti selezionate. Affidano al passare degli anni l’affinamento e l’evoluzione. Provengono dai grand cru Le Mesnil e Oger, Bouzy, Verzeay e les Riceys.

Questa tipologia di millesimo nasce dalla prima spremitura di uve nobili. La fermentazione avviene interamente in barrique. Le botti non vengono colmate interamente. Il vino sta sui lieviti per dieci anni e oltre, quando invece il disciplinare detta almeno tre anni. Il dosaggio è bassissimo, appunto, di 4 grammi per litro. Dopo la sboccatura il vino riposa in bottiglia per un anno o più. Il perché lo spieghiamo le sue parole: “La sboccatura è come un’operazione al cuore fatta ad una persona anziana. Ha bisogno di una lunga convalescenza per rimettersi. Il vino a questa età è molto fragile”.

 Bruno ha alle spalle una famiglia che da diverse generazioni si occupa di vino, ed è per lui facile, a poco più di vent’anni, iniziare il percorso di broker, acquisendo anno dopo anno un’esperienza sempre maggiore riguardo al mondo dello Champagne. Bruno però, all’interno del proprio cuore, covava un desiderio: realizzare una bollicina col proprio nome, in grado di distinguersi per eleganza e purezza. Deciso a realizzare questo sogno, Bruno vendette la propria Jaguar, e con i primi soldi iniziò a mettere le basi dell’azienda. Nei primi anni Bruno produsse le proprie etichette affittando degli spazi in alcune cantine, acquistando l’uva dai contadini: può sembrare una pazzia in un mercato che non vedeva la nascita di una nuova maison da quasi cent’anni, ma sin da subito le bottiglie firmate Paillard riscossero un buon successo. Nel 1994 Bruno iniziò ad acquistare le prime vigne, riuscendo a espandersi sempre di più, avendo come obiettivo una viticoltura “lenta” e sostenibile, in grado di inserirsi delicatamente all’interno del terroir dello Champagne.

Bruno Paillard è una maison che oggi si sviluppa su 32 ettari vitati, di cui 12 ricompresi all’interno di zone classificate come Grand Crus. Dalle uve coltivate su questa superficie, Chardonnay, Pinot Noir e Pinot Meunier, si copre circa la metà del fabbisogno produttivo della cantina; la parte necessaria rimanente è acquistata dai contadini della zona, fidelizzati nel corso delle vendemmie. All’interno dei vigneti di proprietà vige un rigido rispetto per il terroir, che si esprime con pratiche sostenibili che mirano a promuovere la biodiversità, e non prevedono l’utilizzo di erbicidi o pesticidi. Le rose vengono piantate vicino ai filari come campanello d’allarme, in quanto vengono attaccate per prime da peronospora e da altre malattie potenzialmente dannose per le viti. In cantina grande attenzione è posta in ogni fase della vinificazione, ed è durante i mesi compresi fra Gennaio e Pasqua che ci si dedica all’arte del blend, dove sono i vini di riserva della maison, datati sino al 1985, a costituire la chiave di un sapore unico.

Oggi la Bruno Paillard è una realtà produttiva più che affermata, che ogni anno dà vita a diverse etichette, commercializzate in 30 paesi del mondo, dall’Europa all’Asia, passando per il Nord America. Prodotti raffinati e stilosi, che rispettano al 100% il consumatore: ogni bottiglia ha infatti chiaramente impressa la data della sboccatura, che consente agli appassionati di comprendere appieno il momento evolutivo delle bollicine. Maison Bruno Paillard non smette mai di stupire, con prodotti che dalla “Premier Cuvée” giungono sino al “Millésime” 2008, bottiglia dal sapore unico, che affascina anche grazie alla particolare etichetta, realizzata dalla famosa artista coreana Bang Hai Ja.

Gli ordini vengono consegnati entro 1-3 giorni lavorativi dalla conferma dell'ordine e dal lunedì al venerdì dalle 8:00 - 20:00. I costi di spedizione sono di 9.50€ e GRATIS per ordini sopra i 49€.

Ti potrebbe anche interessare

Visti di recente