TENUTE CISA ASINARI DEI MARCHESI DI GRÈSY

Chardonnay Langhe DOC "Grèsy" 2017 - Marchesi di Grèsy

€26
  • abbinamenti La sua struttura lo rende ideale per accompagnare piatti di pesce carichi di sapore, anche riccamente conditi piuttosto che fritti o in tempura, ma si presta anche ad abbinarsi con il fois gras, le frattaglie ed i formaggi erborinati.
  • alcol 14,5%
  • annata 2017
  • denominazione Langhe DOC
  • filosofia tradizionale
  • formato O,75 l
  • giudizio 3k 8/10
  • regione Piemonte (Italia)
  • temperatura di servizio 10-12°
  • vitigni Chardonnay 100%

 

NOTE DI DEGUSTAZIONE:

Il colore è un brillante giallo paglierino ricco di riflessi dorati. Al naso è fruttato e complesso, con sentori di mela, ananas, banana e note agrumate arricchite da nocciole tostate e miele. Al palato è ben strutturato, con ancora aromi di frutta ed una spiccata acidità a garantirne la longevità. Sapido il finale.

PERCHÉ CI PIACE:

Uno chardonnay fatto per durare questo "Grésy", dalle vigne di Monte Aribaldo a Treiso, con grande capacità di invecchiamento unite ad una purezza aromatica dei suoi sentori di frutta che lo fanno apprezzare dal primo sorso. Fermentato in barrique di rovere francese per ventidue mesi e successivo affinamento surlies, dopo ancora qualche mese in bottiglia è pronto per farsi apprezzare o per maturare in cantina. Potete decidere di aspettarlo o meno, comunque sarà un successo.

Le Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy sono parte della storia vitivinicola piemontese e le sue radici affondano alla fine del XVIII secolo quando il marchese di Abbateona donò Martinenga alla famiglia Grésy.

Il matrimonio di Carlo di Grésy con Giulia Pellizzari, avvenuto nel 1899, portò in dote i terreni posti nella zona del Monferrato e cioè La Serra e Monte Colombo e fu proprio Carlo di Grésy che fece costruire Villa Giulia presso il colle di Monte Aribaldo.

Esiste però traccia di una prima acquisizione nel 1650 di terreni nei pressi di Treiso da parte dei Marchesi di Grésy. Riguardo i Marchesy di Gresy si parla di tenute perché in realtà si tratta di 4 tenute distinte anche se la principale resta quella nello splendido anfiteatro vitato di Martinenga, nel cuore della denominazione Barbaresco. Le altre sono quelle di Monte Aribaldo, a Treiso, di La Serra, a Cassine, e di Monte Colombo, sempre adiacente a La Serra.

Fu Alberto di Grésy, nel 1973, a fondare la cantina Marchesi di Grésy per produrre in proprio vino a partire dalle uve della Tenuta Cisa Asinari, già proprietà di famiglia e che precedentemente venivano vendute. L'amore per questa terra lo portò a trasferirsi in pianta stabile a Martinenga in modo da poter concentrare i propri sforzi e la propria passione in questo splendido angolo di Barbaresco.

L’estensione vitata è oggi di circa 45 ettari di vigneti distribuiti nelle diverse tenute delle Langhe e del Monferrato.
La sostenibilità è oggi un punto importante per la tenuta Marchesi di Grésy, con un occhio particolare sia al risparmio energetico che alla riduzione dell’impatto ambientale e per questo motivo la barriccaia è stata completamente interrata ottenendo, insieme ad una riduzione del consumo del suolo, anche condizioni ideali di isolamento per ottenere sempre le condizioni ottimali per l’affinamento.

Gli ordini vengono consegnati entro 1-3 giorni lavorativi dalla conferma dell'ordine e dal lunedì al venerdì dalle 8:00 - 20:00. I costi di spedizione sono di 9.50€ e GRATIS per ordini sopra i 129€.

Ti potrebbe anche interessare

Visti di recente