OASI DEGLI ANGELI

Marche Rosso IGT "KUPRA" 2014 - Oasi degli Angeli

€220
  • abbinamenti Da sposare alla cacciagione, è ottimo insieme al capriolo in umido con i funghi.
  • alcol 14%
  • annata 2014
  • denominazione Marche IGT
  • filosofia tradizionale
  • formato O,75 l
  • giudizio 3k 9/10
  • regione Marche (Italia)
  • temperatura di servizio 16-18°
  • vitigni bordò (biotipo di grenache) 100%

 

NOTE DI DEGUSTAZIONE:

Rosso rubino il calice, con netti riflessi granata alla vista. Il bouquet olfattivo è ineguagliabile, aperto da ricordi di frutti di bosco maturi e da richiami alla macchia mediterranea, seguiti poi da un’infinita serie di terziari quali pepe, cuoio, tabacco ed eucalipto. L’assaggio è progressivo e verticale, equilibrato e gentile nella trama tannica, impreziosito da una gradevole freschezza e di lunga persistenza.

PERCHÉ CI PIACE:

Un vigneto di 110 anni è il punto di partenza, che porta a una produzione di sole 420 bottiglie: poter assaggiare il “Kupra” della cantina “Oasi degli Angeli” è davvero un privilegio che, al giorno d’oggi, non capita a tutti.
Un Rosso delle Marche che nasce da uve di bordò, biotipo di grenache. Dopo la vendemmia, la fermentazione è svolta in vasche di cemento, a opera dei soli lieviti indigeni e senza il controllo della temperatura. A seguire, l’invecchiamento svolto in barrique è durato per ben 32 mesi.
Ne nasce un capolavoro di vino, più unico che raro, da tenere ben presente tra i vini che prima o poi bisogna assaggiare nella vita. È un Rosso che si colloca ai vertici dell’enologia nazionale e non solo.

"Siamo nelle Marche, in un territorio che si posiziona a cavallo dei comuni di Ripatransone e Cupra Marittima: è qui che si incontra la realtà vitivinicola che risponde al nome di “Oasi degli Angeli”, ormai da oltre vent’anni appartenente e gestita da Eleonora Rossi e Marco Casolanetti, una giovane coppia di viticoltori innamorata delle proprie terre e dei frutti (e dei vini) che le stesse riescono a regalare.
Sostenitori convinti e determinati seguaci dell’agricoltura biologica prima e dei criteri biodinamici subito dopo, Marco ed Eleonora hanno sin dal principio impostato i propri vigneti su norme rigide e scrupolose, per cui nei circa 16 ettari vitati di proprietà le rese per ettaro sono tanto basse quanto elevata è la densità d’impianto (l’azienda si aggiudica il primato nazionale con 40mila ceppi per ettaro) per appezzamenti che sono condotti secondo la forma di allevamento dell’alberello a canocchia, costituito da una specie di capanna costruita tra due filari contigui. Nel massimo rispetto di ambiente, natura, ecosistema e biodiversità, si rifugge ovviamente dai prodotti di sintesi ma anche da rame e zolfo, per adottare preparati a base di propoli, di bicarbonato, di derivati del latte, di alghe e di potassio.
In cantina le regole seguite non sono molto distanti da quelle applicate in vigna, per cui si parte dall’esclusivo uso dei lieviti autoctoni, dall’assoluto divieto d’impiego di solforosa, e dal rifuggire da pratiche quali filtrazioni e chiarifiche.
Il risultato vuole essere lontano da vini tecnicamente perfetti, ma piuttosto esaltare il fattore del terroir e la mano dell’uomo, che con ragionata passione, ricerca e dedizione, arriva a produrre vini straordinari. Ecco allora prendere vita le due etichette aziendali, quali il Kurni, storico Montepulciano prodotto sin dalle origini, e il Kupra, che affianca il vino di punta dal 2011, regalando un’espressione di Bordò (grenache) figlia di un vigneto che supera abbondantemente il secolo di vita. Due vini per cui ogni vero appassionato farebbe carte false per poterne avere almeno una bottiglia.
"

Gli ordini vengono consegnati entro 1-3 giorni lavorativi dalla conferma dell'ordine e dal lunedì al venerdì dalle 8:00 - 20:00. I costi di spedizione sono di 9.50€ e GRATIS per ordini sopra i 49€.

Ti potrebbe anche interessare

Visti di recente