CASTELLO DELLA SALA, ANTINORI

UMBRIA IGT "Muffato della Sala" 2015 (50cl ) - CASTELLO DELLA SALA

€35
  • abbinamenti Panettone e pandoro, formaggi stagionati, pasticceria secca o con la crema.
  • alcol 12%
  • annata 2015
  • denominazione Umbria IGT
  • filosofia tradizionale
  • formato O,5 l
  • giudizio 3k 9/10
  • regione Umbria (Italia)
  • temperatura di servizio 10-12°
  • vitigni Sauvignon Blanc, Grechetto, Gewurztraminer e Riesling

 

NOTE DI DEGUSTAZIONE:

Il Muffato di Castello della Sala ha un colore giallo dorato brillante. Il profumo è intenso e avvolgente, nelle sue note di frutta candita, miele, agrumi ed i tipici sentori dati dalla Botrytis che ricordano vagamente lo zafferano e tante erbe aromatiche. Al gusto sorprende nel suo equilibrio perfetto tra dolcezza e freschezza, inserite in un corpo pieno e avvolgente. Impossibile non entrare in sintonia con questo vino magico: una volta assaggiato, sarà facile riconoscerlo ad occhi chiusi. Per questo è divenuto un punto di riferimento in Italia nella tipologia dei vini passiti muffati.

 

PERCHÉ CI PIACE:

Il “Muffato della Sala” della tenuta Castello della Sala, proprietà dei Marchesi Antinori, è una perla rara e preziosa, prodotta in quantità limitate. Non si tratta infatti di un semplice passito, bensì di un muffato. Ciò significa che durante la fase di appassimento in pianta, i grappoli sono attaccati e ricoperti dalla cosiddetta muffa nobile, Botrytis Cinerea, in grado di apportare una complessità ed una personalità assolutamente uniche. È un fenomeno piuttosto raro sul suolo italiano, a differenza della zona francese del Sauternes, e la firma di Antinori ha desiderato spingere l’eccellenza fino a questo prezioso lido. Perché questo fenomeno avvenga è necessaria la concomitanza di più fattori ambientali e climatici, che si ritrovano nei pressi di Orvieto, in Umbria. Il “Muffato della Sala” ha un gusto ed un profumo inconfondibili, che vanno a definire una personalità incisiva e affascinante.

Il Passito “Muffato della Sala” è composto per il 60% da Sauvignon Blanc, per il 40% da Grechetto e per la restante parte da Traminer e Riesling. Tali uve provengono da vigneti con terreni argillosi e ricchi di fossili marini, collocati ad un’altitudine compresa tra i 200 ed i 350 metri sul livello del mare. Dovendo valutare molto bene il grado di botritizzazione dei grappoli, la vendemmia viene eseguita manualmente a più passaggi, moltiplicando così gli ingressi in campo e scaglionando le fasi di vendemmia relative ad un unico vigneto. Una volta giunte in cantina, le uve vengono ulteriormente selezionate ed in seguito inviate alla leggera pigiatura. Dopo la fase di fermentazione ha inizio l’affinamento in barrique di rovere francese che ha una durata di circa 6 mesi.

Lo splendido Castello della Sala, la prestigiosa tenuta umbra appartenente alla Famiglia Antinori, sorge su un promontorio dell’Appennino Umbro, ad appena 18 chilometri dalla storica città di Orvieto. Un luogo di incredibile bellezza e fascino, che da decine di anni rappresenta il cuore della produzione dei migliori vini bianchi targati Antinori.
È infatti la primavera del 1979 quando al Castello arriva Renzo Cotarella, un giovane agronomo che in meno di dieci anni realizzerà i vini simbolo della tenuta. In quegli anni si comincia subito a portare avanti un ambizioso progetto di riqualificazione varietale, mirato a ottenere vini bianchi dotati di maggiore personalità rispetto a quelli prodotti nell’area dell’Orvieto Classico. Si lavora sullo chardonnay e si approfondiscono le conoscenze sul grechetto. La ricerca di un grande vino che si affermi per carattere e personalità diviene quasi un’ossessione.
È così che dopo una serie di annate deludenti, con la stagione del 1985 nasce il “Cervaro della Sala”, al momento in assoluto uno dei vini italiani più conosciuti e apprezzati al mondo. La tenuta si estende su una superficie complessiva che arriva a coprire cinquecento ettari, dei quali 140 sono al momento impiantati a vigneto. Tra i 200 e i 450 metri sul livello del mare, su terreni argillosi ricchi di fossili e di minerali, oltre alle varietà di chardonnay e grechetto sono coltivate anche piante di procanico, sauvignon blanc, pinot nero, semillon e traminer. Uve che sono lavorate nella moderna e avanguardistica cantina, costruita nel 2005. Dalla vinificazione, durante la quale è posta particolare attenzione al controllo della temperatura, si arriva all’invecchiamento, solitamente svolto nelle storiche cantine medievali collocate trenta metri sotto il castello.
Da tutto ciò nascono vini come il “Cervaro della Sala” e il “Muffato della Sala”, il “Conte della Vipera” e il “Bramìto”, il Pinot Nero e il “San Giovanni della Sala”. Etichette, quelle che recano sovraimpresso il nome del “Castello della Sala”, che non hanno ormai bisogno di grandi presentazioni, e che rientrano di diritto tra quelli che sono i migliori vini italiani.

Gli ordini vengono consegnati entro 1-3 giorni lavorativi dalla conferma dell'ordine e dal lunedì al venerdì dalle 8:00 - 20:00. I costi di spedizione sono di 9.50€ e GRATIS per ordini sopra i 129€.

Ti potrebbe anche interessare

Visti di recente